Pagamenti on line: cosa sapere su frodi e chargeback

Redazione

Redazione

28 febbraio 2020 • 5 minuti di lettura

Nei pagamenti eCommerce le frodi sono il motivo più frequente di chargeback, ma non l’unico. In questa conversazione con Mirella Bengio, Country Manager di PayPlug, vediamo come funziona il pagamento online con carta di credito tramite gateway e quali sono i motivi per cui può essere richiesto un chargeback.

Questo il video dell’intera conversazione, disponibile sul canale Strategia eCommerce:

https://www.youtube.com/watch?v=t_DdY9oLFMI

PayPlug: di cosa si tratta?

È la prima soluzione di pagamento concepita al 100% per le PMI, nata in Francia dall’intuizione di due ingegneri con l’obiettivo di sviluppare tecnologie finanziarie per semplificare il commercio online.

Qualche dettaglio:

  • FONDATA: 2012
  • FINANZIAMENTI: 12 M€
  • UFFICIO: Parigi
  • DIPENDENTI: 60

Dunque, PayPlug

  • È un gateway di pagamento consigliato per qualunque tipo di business online
  • È una soluzione studiata per migliorare il tasso di conversione e il numero di vendite
  • Comprende strumenti semplici e sicuri che permettano ai commercianti di vendere di più e di proteggersi dalle frodi
  • Si integra perfettamente con tutte le piattaforme eCommerce come Shopify (nella parte marketplace delle applicazioni, nella sezione “scelta di pagamento via carta di credito” è possibile installare gratuitamente il modulo PayPlug).

Wallet vs gateway di pagamento: quali differenze?

Si tratta di due metodi di pagamento fondamentali per aiutare la conversione di un sito eCommerce perché permettono di offrire più metodi di pagamento al cliente finale.

Occorre però fare una distinzione:

  • Il gateway di pagamento è un sistema che permette ai clienti finali di pagare con carta senza avere un conto allegato; i pagamenti sono unici e pratici, non occorre un conte cliente finale. Tra essi troviamo PayPlug che rappresenta il 26% dei pagamenti.
  • Il wallet di pagamento è un portafoglio, pertanto richiede un conto associato. Occorre effettuare il login, inserire una password per procedere al pagamento.

Il più popolare wallet al mondo oggi è Paypal: a seconda dei paesi viene usato diversamente. In Italia rappresenta il 22% dei pagamenti online.

Come funziona il pagamento online?

Il funzionamento di un pagamento online può essere riassunto in questo schema:

  1. quando un cliente paga, la sua carta è collegata alla banca emettitrice
  2. la banca comunica attraverso i canali di Visa o Mastercard
  3. a loro volta, essi comunicano con la Banca acquirer
  4. la Banca acquirer è collegata al PSP acquirer (ovvero il gateway di pagamento)
  5. a questo punto il gateway comunica con il sito del merchant
  6. quando lui riceve la conferma dell’ordine procede con la consegna al cliente

Tipologie di chargeback

Per “chargeback” si intende una domanda di risarcimento soldi, che può avvenire per tre motivi tipici:

  1. Litigio Commerciale (es. prodotto ricevuto rotto): banca dell’acquirente contatta la banca del merchant o direttamente il merchant;
  2. Frode (es. clonazione, furto, uso improprio della carta);
  3. Merchant prende i soldi al cliente e non consegna la merce (il cliente chiede il risarcimento).

Occorre tenere presente che una frode può sempre capitare, ma ci sono strumenti che possono limitarla. Per questo, è importante:

1. Tenere sempre la prova dell’ordine, della consegna e la fattura

2. Verifica degli acquisti tramite info cliente:

  • Email utilizzata
  • Indirizzo IP
  • Paese di provenienza della carta

Elementi che confermano e permettono di verificare che gli acquisti siano stati fatti in modo corretto.

Contestazione presso banca emettitrice

Questi i dettagli della contestazione:

  1. La banca emettitrice del cliente finale contatta PayPlug (perché ha ricevuto i soldi dal cliente finale)
  2. PayPlug contatta il merchant per avere documenti ufficiali
  3. Banca emettitrice decide se rimborsare il cliente finale o meno

PayPlug riceve dalle transazioni unicamente i dati criptati delle carte, cioè solo le ultime 6 cifre.

Verifica degli acquisti tramite info cliente:

  • Email utilizzata
  • Indirizzo IP
  • Paese di provenienza della carta

Sapere come funziona un pagamento online, distinguere i diversi casi di chargeback e conoscere i dettagli di PayPlug come gateway di pagamento assolutamente affidabile permette di gestire al meglio il proprio negozio eCommerce.

Redazione

Redazione
blog team @ Tunca


Categorie

Questo articolo è pubblicato in queste categorie:

Tags

Shopify eCommerce chargeback online frodi PayPlug tunca pagamenti